Edicola AISIS


Nel seguito sono elencati i titoli di libretti, report, documenti pubblicati da AISIS e disponibili attraverso i canali e-commerce.
Le royalties derivanti dalla vendita degli stessi saranno interamente utilizzare per finanziare le tante attività di AISIS.
Chi fosse interessato può acquistare i libri seguendo i link sotto riportati. Per maggiori informazioni scrivere a: mediamanager@aisis.it

All you can IT

In distribuzione gratuita per i soci presenti al prossimo convegno di Torino (12-13 ottobre 2017).
Acquistabile su Amazon oppure tramite il link: https://www.createspace.com/7624005

    

Dall’Introduzione di C. Caccia (Presidente Onorario AISIS)

Questo terzo libretto, curato sapientemente da Giuliano con la collaborazione di altri colleghi, tende a completare un percorso ideale iniziato con L’insostenibile leggerezza del C.I.O. . La prima tappa del percorso ha voluto affrontare il tema del possibile ruolo del CIO in una sanità che cambia e la necessità, con l’avvio dell’e-HealthAcademy, di favorire la creazione di un bagaglio culturale su metodologie e strumenti utili a governare efficacemente i processi di innovazione digitale in Sanità. La seconda tappa si è concretizzata con il Bushido del C.I.O., che ha proposto esperienze concrete su come può essere svolto il ruolo del CIO in realtà complesse, evidenziando come, nelle differenti storie di “CIO-Samurai”, alcune caratteristiche fossero comuni: attenzione all’innovazione, conoscenza del mercato, capacità di creare opportunità e accettare nuove sfide, abilità nel gestire la quotidianità, ma anche situazioni critiche di vera emergenza, capacità relazionali e propensione alla gestione delle relazioni, insieme all’attitudine a comprendere e valorizzare le esigenze dei clienti finali. All you can I.T., la terza tappa del percorso, propone due temi decisamente interessanti: quello dei “devianti-positivi”, che hanno come caratteristica quella di intravvedere, e costruire, “soluzioni semplici a problemi complessi”, e quello della “cross fertilization".



Il Bushido del C.I.O.

Acquistabile su Amazon oppure tramite il link: https://www.createspace.com/7651192

 

DALL’INTRODUZIONE

Cos’hanno in comune i Direttori dei Sistemi Informativi (o C.I.O.- Chief Information Officers, all’americana) con il Bushido? Perché tentare un “elogio delle follie” dei C.I.O. in sanità? Se non vi siete posti queste domande leggendo il titolo, probabilmente non sarete neanche arrivati a questa introduzione. Se invece vi è nata una qualche curiosità, nel resto di questo libretto troverete alcune risposte.

Prima di tutto chiariamo che questo non è un libro serio, un trattato sulla figura del C.I.O. o sulle metodologie di verifica e certificazione delle competenze. È piuttosto un libro che racconta alcune storie, storie vere di persone vere, storie di alcuni dei protagonisti di un percorso (l’e-HealthAcademy), che è partito nel 2015 ed ora è al suo secondo anno.

Incontreremo dei personaggi che hanno, a modo loro e con tutte le loro virtù e i loro limiti, cercato di dare delle risposte (a volte anche un po’ folli) alle mille sfide che si sono trovati ad affrontare. Le storie che racconteremo parlano di strategia, di architetture, di Governance dell’IT, di gestione delle relazioni, di Innovazione, ma anche di come qualcuno ha affrontato con intelligenza e sangue freddo quello che è stato definito “uno dei peggiori disastri di sempre dell’IT in sanità” (Computerworld).

Perché, nel bene e nel male anche il C.I.O., come tutti coloro che hanno un potere e un ruolo di responsabilità, ha bisogno di ispirarsi a dei principi, proprio come succedeva ai Samurai o ai Cavalieri. Ese questo vi sembra eccessivo, sappiate che fa parte della follia delle follie, ossia la follia di chi scrive, di cui parla Erasmo da Rotterdam. Ma ricordate anche, come diceva un mai abbastanza citato saggio che ha formato generazioni di C.I.O., che “da grandi poteri, derivano grandi responsabilità” (Ben Parker).

 

L'insostenibile leggerezza del C.I.O.

Acquistabile su Amazon oppure tramite il link: https://www.createspace.com/7646393

 

DALL’INTRODUZIONE

La figura del C.I.O. (Chief Information Officer) è da sempre una figura "in bilico", una sorta di equilibrista a cui vengono chieste competenze relazionali, di visione strategica e di leadership di primordine, insieme alla capacità di gestire le attività quotidiane dell’ICT e la spesso pesante eredità di architetture complesse e non raramente obsolete. Quali sono gli strumenti e le competenze fondamentali per interpretare questo ruolo? Il libro che avete tra le mani racconta una storia, la storia del percorso intrapreso da AISIS e AICA, con il supporto di Netics, e-Sanit@ e SDA Bocconi, che abbiamo chiamato eHealthAcademy. La storia parte da una domanda, che un gruppo di CIO ha rivolto ai propri famigliari e amici: “secondo te, io che lavoro faccio?” Le risposte sono state a volte serissime e a volte (spesso) divertenti, ma hanno aperto uno spaccato su un mondo complesso e affascinante. Forse una soluzione semplice non esiste e il CIO dovrà accettare di vivere appieno il proprio paradosso: quello di un ruolo da regista, che richiede grande flessibilità e sempre maggiore “leggerezza”, unite a solide competenze tecnologiche, di business, strategiche e organizzative. Perché crediamo che il contesto attuale, in sanità ma non solo, sia ad un tempo la tempesta e l’opportunità perfetta e che la tecnologia, per essere governata, richiederà sempre di più figure di e-Leader mature e portatrici di una solida cultura digitale.